Dimissioni dal lavoro, la procedura è online

dimissioni onlinedimissioni online

Da marzo 2016 è entrata in vigore la nuova procedura per le risoluzione consensuale del rapporto di lavoro e le dimissioni volontarie del lavoratore esclusivamente in forma telematica

Nell’era del web che semplifica anche le procedure burocratiche ora anche la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro e le dimissioni volontarie del lavoratore dovranno essere comunicate in maniera esclusiva via telematica sul sito Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Una rivoluzione diventata effettiva dal 12 marzo 2016 e che applica il Decreto Ministeriale del 15 dicembre 2015, definendo le modalità e determinando il modulo delle dimissioni e della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, oltre che la loro revoca, le regole per la compilazione del modulo stesso e per la sua trasmissione sia al datore di lavoro che alla Direzione territoriale del lavoro competente.

Il nuovo metodo però non verrà applicato al lavoro domestico, ai casi di risoluzione a seguito di conciliazione stragiudiziale e le ipotesi di convalida presso le Direzioni Territoriali per il Lavoro relative ai genitori lavoratori.

Ma come funziona materialmente la procedura?

Chi è più pratico potrà farlo direttamente richiedendo il PIN di abilitazione all’INPS, collegandosi al portale dell’Istituto oppure presso una delle sedi territoriali, per poter così accedere al form online riservato alla trasmissione della comunicazione. In alternativa ci si può recare presso l’ufficio di uno dei molti patronati che sono abilitati ad effettuare la registrazione.

Al lavoratore saranno richiesti alcuni dati identificativi e per i rapporti di lavoro cominciati a partire dal 2008 verranno recuperati automaticamente i dati relativi alla comunicazione obbligatoria di avvio, oppure proroga, trasformazione o ancora rettifica più recente mentre per quelli nati prima del 2008 dovranno essere indicati alcuni dati del datore di lavoro come il codice fiscale, il comune della sede di lavoro e l’indirizzo email o PEC.

Successivamente si seleziona la tipologia di comunicazione, a seconda che siano dimissioni volontarie, risoluzione consensuale o revoca con la relativa data di trasmissione, la cosiddetta marca temporale. Quando i dati inseriti saranno confermati, il modello potrà essere salvato in formato PDF e verrà inviato automaticamente dall’indirizzo di sistema dimissionivolontarie@pec.lavoro.gov.it sia al datore di lavoro che alla Direzione Territoriale competente.

Ogni modello salvato verrà associato ad un codice identificativo e alla marca temporale e questi dati saranno richiesti qualora si decida di revocare le dimissioni o la risoluzione consensuale già inoltrate, entro al massimo sette giorni dalla comunicazione. In caso di dubbi è possibile scrivere a dimissionivolontarie@lavoro.gov.it mentre se si registrano problemi in fase di carico basta mandare una richiesta alla mail clic4help@lavoro.gov.it.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

avvocato mobbing, studio legaleavvocati lavoro Imperia Sanremostudio legale

About the Author

licenziamento, lavoro & mobbing

Avvocato lavoro e immigrazione , web writer

Comments are closed.