Ferie collaboratori domestici

licenziamento colf domestici colf domestici

Colf & Badant : vademecum per le ferie estive

E’ proprio dall’associazione nazionale dei datori di lavoro domestico, l’Assindatacolf, che arriva un vero e proprio vademecum contenente tutti i “diritti e doveri” che spettano a tutte le colf, badanti, ma anche baby-sitter, dog-sitter, giardinieri e varie, in merito alle ferie estive.

Un vademecum quindi che conterrà al suo interno un insieme di regole che il datore di lavoro potrà facilmente seguire con il solo fine di garantire la giusta entità ed il giusto periodo di ferie al dipendente, ma anche la giusta retribuzione ed ovviare ad ipotetici imprevisti.

Andiamo adesso a vedere in dettaglio i vari punti contenuti nel vademecum:

  • Sono in tutto 26 i giorni che annualmente spettano di diritto al collaboratore domestico, qualunque sia il tipo di contratto di cui lo stesso goda, che vanno conteggiati da lunedì a sabato, escludendo quindi le domeniche ed i giorni festivi.
  • Per tutti coloro che invece non abbiano maturato un anno di servizio invece, i giorni spettanti non sono 26 ma, sarà decisione del datore di lavoro quella di decidere di anticiparli o di accordare un periodo extra di vacanza.
  • Il periodo di ferie inoltre deve essere del tutto espletato in almeno uno o due periodi differenti, tenendo a mente che almeno due settimane sono da concedersi nel periodo compreso tra giugno e settembre.
  • Almeno due delle settimane di ferie previste devono essere sfruttate nell’arco di un anno lavorativo, mentre le altre due restanti devono assolutamente essere sfruttate nei 18 mesi successivi.
  • I periodi di ferie inoltre, dovrebbero essere già stabiliti nel contratto di lavoro al fine di non incappare in spiacevoli fraintendimenti.
  • A seconda del tipo di lavoro, cambia anche la modalità di retribuzione, che per il lavoratore convivente, per ciascuna giornata, la quota sarà pari a 1/26 del salario lordo mensile, a cui deve essere aggiunto il compenso sostitutivo convenzionale del vitto e dell’alloggio, un valore fisso stabilito dal ministero del Lavoro, che è pari a 163,20 euro.
  • Diversa è la situazione per il collaboratore avente contratto ad ore, la cui retribuzione deve essere rapportata a 1/6 dell’orario settimanale per ogni giorno di ferie godute.
  • Va ricordato inoltre che durante il periodo di ferie, continuano a maturare tutti gli istituti contrattuali, ovvero la tredicesima, l’anzianità di servizio e il tfr e che le ferie si interrompono automaticamente qualora il lavoratore incappi in infortuni o malattia.

Approfondimento : licenziamento colf e badanti – naspi colf e collaboratori familiari

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


About the Author

licenziamento, lavoro & mobbing

Avvocato lavoro e immigrazione , web writer