Impugnazione del licenziamento, termini

dimissionidimissioni

La lettera della disposizione contenuta nell’art. 32, comma 1, l. n. 183/2010, modificato dall’art. 1, comma 38, l. n. 92/2012 (Riforma Fornero), che commina l’inefficacia dell’impugnazione extragiudiziale del licenziamento non seguita da tempestiva azione giudiziale, dimostra come dal primo dei due atti debba decorrere il termine per compiere il secondo, e non dalla fine dei 60 giorni concessi per l’impugnazione stragiudiziale.

L’esigenza di celerità, intesa a tutelare l’interesse del datore di lavoro alla certezza del rapporto, indica ancora che il termine debba decorrere dalla spedizione e non dalla ricezione dell’atto

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 5717/15)

Pertanto i 180 giorni per l’azione giudiziaria non decorrono dalla scadenza dei 60 giorni per impugnare il licenziamento, ma da quando effettivamente esso viene impugnato con la spedizione della lettera.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

avvocato lavoro, studio legaleavvocato lavoro Imperia Sanremostudio legale

About the Author

licenziamento, lavoro & mobbing

Avvocato lavoro e immigrazione , web writer

Comments are closed.