Dimissioni per giusta causa, mobbing e danno alla professionalità

Dimissioni per giusta causa, mobbing e danno alla professionalità

Mobbing e nuova occupazione: non c’è risarcimento danno alla professionalità

Il mobbing è uno dei comportamenti più dannosi che un datore di lavoro (o chi ne fa le veci) può mettere in atto contro un suo dipendente; è pertanto corretto che il lavoratore abbia diritto a essere risarcito dei danni subiti che, tuttavia, devono essere identificati e quantificati caso per caso.

Il danno alla professionalità può essere oggetto di risarcimento danno: molto spesso i lavoratori, vittime di mobbing, avanzano la domanda, ma la sua liquidazione non deve essere automatica, ma deve dipendere dalla singola fattispecie.

Questo è l’orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con la recente sentenza 16690 dell’11 agosto 2015: nel caso di specie, una lavoratrice aveva subito un comportamento vessatorio da parte del datore di lavoro e aveva rassegnato le dimissioni per giusta causa.

Il giudice adito aveva qualificato la condotta del datore di lavoro come mobbizzante e aveva, quindi, condannato il datore di lavoro per mobbing.

Per la lavoratrice, però, non bastava: voleva infatti essere risarcita per il danno alla professionalità che la condotta del datore di lavoro le aveva arrecato, visto che in un primo momento aveva dovuto svolgere un lavoro con qualifica e trattamento economico inferiore e, solo in seguito, aveva trovato una nuova occupazione, corrispondente per inquadramento e stipendio a quella svolta dal datore di lavoro reo di mobbing.

La Cassazione ha rigettato la domanda risarcitoria ritenendo che, infine, la lavoratrice aveva trovato un lavoro equivalente a quello perduto e, quindi, non ricorrevano i presupposti per il risarcimento al danno alla professionalità lamentato: per ottenere il risarcimento del danno, ha specificato la Suprema Corte, occorre dimostrare l’esistenza di un pregiudizio e non basta, invece, la mera inadempienza del datore a costituire titolo per il risarcimento.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

avvocato mobbing, studio legaleavvocato lavoro Imperia Sanremostudio legale

You may also like

Mobbing cosa fare ? le prove del mobbing

Mobbing cosa fare ? le prove del mobbing

Innanzi tutto il lavoratore dovrà raccogliere le prove del mobbing e quindi dell’illegale ed ingiustificato comportamento aziendale. Dette prove dell’esistenza...

Dimissioni dal lavoro, la procedura è online

Dimissioni dal lavoro, la procedura è online

Da marzo 2016 è entrata in vigore la nuova procedura per le risoluzione consensuale del rapporto di lavoro e le...

Mobbing, i 7 parametri tassativi di riconoscimento

Mobbing, i 7 parametri tassativi di riconoscimento

Il mobbing (quell’insieme di comportamenti aggressivi posti in essere dal datore di lavoro o da suoi collaboratori al fine di...

NASpI, la Nuova prestazione dell’Assicurazione Sociale per l’Impiego

NASpI, la Nuova prestazione dell’Assicurazione Sociale per l’Impiego

Il Jobs Act, i cui decreti attuativi sono stati approvati nel Marzo 2015, ha portato numerosi cambiamenti nel panorama del...

Back to Top